articoli

Notizie Pesistica e Crossfit Febbraio 2018

È un periodo denso di avvenimenti in questi giorni per quello che riguarda la pesistica e il Crossfit.
Conosciamo il primo workout degli Open, cinque record per la Bordignonsesto titolo italiano per Scarantino e Malagò s’è fatto “rubare” un bilanciere da Sofia Goggia, ma andiamo con ordine.
Giovanni Malagò, presidente del CONI, mentre era intento a mostrare con orgoglio a Sofia Goggia cimeli sportivi tipo la medaglia d’oro di Berruti, si sorprende nel vedere che l’attenzione di lei era invece tutta rivolta su un bilanciere a terra regalatogli da Urso. Un bilanciere mai usato con caricati 60 chili per parte in dischi da 10 di colori diversi.
Insomma Sofia Goggia gli dice: “Il mio sogno è avere un bilanciere così”. E ci si fa un selfie. 
Alla fine Antonio Urso ne ha dovuto regalare un altro a Malagò perché quello, da quella stanza, se l’è portato via lei.
Crea ammirazione vedere che Sofia Goggia, medaglia d’oro nella discesa libera di sci alle olimpiadi invernali, si affidi al bilanciere nella propria preparazione atletica per affrontare quegli sforzi estremi.
Questo quello che Sofia ha dichiarato proprio in merito al bilanciere: “In palestra sono risoluta, un vero soldatino. Sto lavorando tantissimo con il bilanciere e posso testimoniare in prima persona quanto sia errata l’idea comune che si ha dei pesi. Molti ancora credono che con la pesistica il muscolo si gonfi e basta, invece è tutt’altro: usando bene il bilanciere si fa lavorare in modo omogeneo tutto il corpo, si fa un allenamento completo non solo muscolare ma anche di coordinazione incredibile. Inoltre la potenza che si sviluppa è rapida, esplosiva, scattante, esattamente quella di cui ho bisogno io in pista. In questa fase della mia preparazione ho terminato gli esercizi per la forza massimale e sto passando agli esercizi più tecnici, per ottimizzare la forza che ho “costruito” con il bilanciere. Ovviamente poi oltre alla pesistica sto facendo esercizi di atletica, con ostacoli e tutto il resto.”

Nella stessa occasione Malagò ha poi detto, riguardo al bilanciere:
” È il denominatore che esiste fra le varie discipline con questo sport (pesistica n.d.r.) ”

Pesistica 

Parlando di pesistica si è aperta la stagione agonistica nazionale per quest’anno con i Tricolori Senior assegnati presso il centro sportivo dell’esercito, a Roma, in una gara con tantissimi record al femminile a partire da Giorgia Bordignon nella categoria 69 kg che con ben 105 kg di strappo e 127 kg di slancio, per un totale pazzesco di 232 kg, stabilisce 5 record italiani in una singola competizione e Milena Gianelli, classe ’98, che con 84 kg di strappo al terzo tentativo porta a casa il primato italiano Juniores. Una menzione particolare per Mirko Scarantino, che usciva da un periodo difficile per lui, che con 115 di strappo, 140 di slancio, per un totale di 255 kg arriva al sesto titolo italiano Senior. Inutile confermare il dominio incontrastato di Mirko Zanni invece nella categoria 69 maschile che segna a questi campionati 140 di strappo e 166 di slancio sempre più solo in vetta.
Risultati che lasciano fiduciosi in vista degli europei. 

CrossFit  

Sono cominciati gli Open, come consuetudine in questo momento dell’anno viene rilasciata dalla CrossFit una serie di workout, a partire dal 18.1, gli atleti che si distinguono in questa primissima fase saranno ammessi alle gare regionali, dette Regionals (dal 18 maggio al 3 giugno) e i primi alle regionali andranno a comporre gli atleti con diritto di accedere alla fase finale, chiamata Games (dall’1 al 5 agosto), che dura più giorni e vede gli atleti competere simultaneamente in un campo di gara.
Il Wod 18.1 quindi è così ripartito: 

All’interno di un tempo massimo di 20 minuti, l’atleta esegue il numero massimo di giri di questo schema di allenamento:

8 toes to bar
10 dumbell hang clean & jerk
14/12 cal row 

Tradotto: 

8 sollevamenti delle gambe alla sbarra
10 Slanci col manubrio in semiaccosciata
14 calorie uomo, 14 per la donna, al vogatore

Presto vedremo tutti gli atleti di nuovo in gara ma già ora, l’uscita del 18.1, ha generato un enorme fermento nella comunità del CrossFit dato che ognuno, nel proprio box ha la possibilità di confrontare i propri risultati con gli atleti più in forma del pianeta.
Fra i migliori a domare il workout compare ancora Mathew Fraser al quarto posto parimerito con altri tra cui Patrick Vellner con 476 ripetizioni totali (14 giri) e a sole 2 rep di distanza troviamo Bjorgvin Karl Gudmundsson con 474. Fra le donne ha dominato Samantha Briggs con 452 reps, a ben 24 ripetizioni di distanza dalla seconda, Annie Thorisdottir. I risultati medi sono stati attorno agli 11 giri per le categorie Rx di uomini e donne sparsi per il mondo.
Alle iscrizioni anche di quest’anno agli Open si conferma l’incremento della porzione latino americana in costante aumento da 3 anni soprattutto nei numeri che riguardano i risultati finali.
Questa tematica la riproporremo nei podcast perché ha dei risvolti sorprendenti per noi in Italia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *